02 novembre 2011

Abbassa la tua radio ..per favor…


Ci sono delle serate che cominciano male e finiscono peggio.

Inizia Chiamparino, ( siamo a ieri, martedì), il sindaco (ex ) più amato d’Italia (fino a ieri) che interviene al rottamatoio di Renzi ( che i soliti centro-sinistri dei media mettono adesso in pole position fra i nuovi sindaci). Il primo, forse amato perché ha messo Torino in vetta come città più inquinata e più indebitata d’Italia. Il secondo, Renzi lo accoglie con entusiasmo e intanto spiega alla Leopolda (siamo su Radio Radicale ) che poi dirà la sua sulle centinaia (saranno black-bloc?) che fuori dalla sala manifestano contro le privatizzazioni del neo-rottamatore a Firenze. Chiamparino resta in tema e domanda sarcasticamente agli uditori in sala se preferiscono tenere il 60% delle aziende pubbliche in mano pubblica o se non è meglio s-venderle ai privati e con i soldi ricavati aprire qualche asilo-nido in più… (applausi in sala ma molto, molto contenuti…)

Vabbè ..cambio canale. Qui c’è Di Pietro e si parla di grandi opere. Di Pietro E’ sempre in TV, sembra perché nei media centro-sinistra-embedded è quello che fà audiens per via della grammatica e perché (dicono le malelingue) sembra quello più adatto a tenere insieme qualche elettore rimasto al centro-sinistra preso dalla tentazione di andarsene con Grillo alla prossima puntata. Di Pietro con grande energia sostiene l’inutilità del Ponte di Messina che ci costa anche dei soldi ed è inutile. E’ stato utile invece nell’unica occasione in cui Di Pietro sarebbe stato diversamente utile quando, ministro per le infrastrutture del governo Prodi, si oppose a chiudere la società del Ponte come chiedevano quegli sciagurati degli ecologisti che dicono sempre no a tutto..

Stasera non ci azzecco e mentre provo a seguire in TV un giallo per capire chi è l’assassino approfitto della abbondante pubblicità per sconfinare su Ballarò, il talk show dove si trasmettono ogni martedì i fantasondaggi elettorali di Piepoli ( mai uno azzeccato al voto, quello vero..); qui ogni martedì i soliti (perché sempre i soliti?) del centro-destra -sinistra devono faticare per trovare qualcosa su cui far finta di litigare per i ballariani ed è così difficile che la gara è ad interrompersi, tanto non c’è nulla da dire e Floris, al solito, toglie l’audio ai microfoni e spiega il suo punto di vista.. l’unico che si riesce a sentire.. Qui c’è finalmente una vera novità: una signora bionda, in quota PDL, con una sicurezza da ammirare, spiega il suo punto di vista. Il tema è sempre il Ponte di Messina e la signora, che sembra sia, da qualche mese, il ministro per le politiche comunitarie del governo italiano ( ho controllato, se non stravedo si chiama Annamaria Bernini Bonicelli e incredibilmente è un avvocato ) deve spiegare a che serve il ponte. La signora si ricorda del corridoio 5 ( quello inventato qualche anno fà per giustificare la TAV in Val di Susa come indispensabile per trasportare merci e passeggeri da Lisbona a Kiev). Il corridoio 5 come argomento è stato abbandonato, non ci credeva nessuno, ma la signora forse non ne è al corrente.

Così, con una grinta ammirevole, spiega ai ballariani sbigottiti che il Ponte sullo Stretto si farà, da novembre, perchè è assolutamente indispensabile per garantire la richiesta di trasporto di passeggeri e merci nel corridoio europeo Berlino-Palermo … lo giuro, ha detto proprio così…

Nel frattempo mi sono perso chi era l’assassino e non lo saprò mai…

(ecoboy)

1 commento:

  1. Piacere di conoscerti e complimenti per i tuoi articoli sono davvero interessanti. A questo proposito ti invito a registrarti sul mio forum e ti invito a pubblicare qualche articolo sul mio sito. Sto creando una rete di contatti di aziende e persone che si occupano di ecosostenibilità.
    E' tutto molto embrionale e sto finendo di sistemare grafica ed altro, ma il forum funziona già perfettamente.
    Grazie della considerazione,
    www.biosophia.biz

    RispondiElimina